fbpx

Milano, quadrilatero del silenzio

Milano, quadrilatero del silenzio

A silent corner

In Milan there is an enchanted place with a profound intimacy, a neighbourhood made of atmospheres of another era that will make you forget about traffic and stress. And incredibly inserted right next to the city center.


Beyond the arch of the Buonarroti-Carpaccio-Giotto company in Corso Venezia and leaving behind the Indro Montanelli Gardens, you will find yourself immersed in the neighbourhood leaning against Corso Venezia and there will be revealed real treasures.


The neighbourhood is very lively and inhabited by families, so during the week you will find the via-vai of a normal modern town, but on weekends visitors will be added to traffic, in search of the extraordinary art.
The buildings are imposing and extravagant, and curiously decorated in a Milanese Liberty style.


With luck on your side, if you pass during the week some porter’s lodges can be semi-open and you will have the opportunity to peek into the dark halls and hallways, which will reveal surprising internal architectures.


The streets are: via Mozart, via Cappuccini, via Vivaio, Via Melegari, via Serbelloni e via Cappuccini.
I invite you to visit the photo gallery to identify the most interesting subjects. At the end, passing through Porta Venezia, take advantage of a cocktail or a Milanese-style aperitif in this lively neighbourhood.


How to get there:
 Airport: Milano Malpensa and Linate Airport in proximity with connections to Central Station.
 Car: all Italian motorways from north, west, east and south bring you to Milano
 Train: connections with north, west, east and south Italy

To be seen:
 Piazza del Duomo, Galleria Vittorio Emanuele and via Montenapoleone/via della Spiga area for shoppint
 Cenacolo Vinciano: Leonardo Da Vinci affresco L’ultima Cena
 The Navigli, water town of Milano city
 Brera Picture Gallery
 The Sforza Castle

 

Un angolino silenzioso

A Milano esiste un luogo incantato e dotato di una profonda intimità, un quartiere fatto di atmosfere di altri tempi che vi farà dimenticare il traffico e lo stress. Incredibilmente inserito proprio di fianco al pieno centro.


Oltrepassato l’arco della società Buonarroti-Carpaccio-Giotto su corso Venezia e lasciandovi alle spalle i Giardini intitolati a Indro Montanelli, vi troverete immersi nel quartiere addossato a corso Venezia e vi saranno rivelati dei veri e propri tesori. Il quartiere è vivissimo ed abitato da famiglie, quindi durante la settimana troverete il via-vai di una normalissima cittadina moderna, ma nei fine-settimana si aggiungeranno i visitatori alla ricerca delle straordinarietà artistiche.


Gli edifici sono imponenti e stravaganti e sulle vie si avvicendano palazzi decorati curiosamente, spesso in stile liberty milanese. Con la fortuna dalla vostra parte, se passate durante la settimana alcune portinerie possono essere semi-aperte ed avrete l’opportunità di sbirciare negli atri e negli androni scuri, che vi riveleranno architetture interne sorprendenti.


Le vie consigliate sono: via Mozart, via Cappuccini, via Vivaio, Via Melegari, via Serbelloni e via Cappuccini.
Vi invito a visitare la gallery per identificare i luoghi di maggior interesse.
Alla fine, di passaggio per Porta Venezia, approfittate di un cocktail o un aperitivo alla milanese, in questo quartiere vivace.


Come arrivare:
 Aeroporto: Milano Malpensa e Linate a mezz’ora dalla città con comode connessioni via treno
 Auto: tutte le autostrade italiane portano a Milano da nord, sud, est ed ovest Italia
 Treno: connessioni per il resto di Italia da tutte le stazioni di Milano

Altro da vedere:
 Piazza del Duomo, Galleria Vittorio Emanuele e zona Montenapoleone/via della Spiga per lo shopping
 Affresco dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci presso il Cenacolo Vinciano
 I Navigli della città d’acqua di Milano
 Pinacoteca di Brera
 Castello Sforzesco
 I mercatini di antichità

Archivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *