fbpx

the Gandria Walk

A natural botanic garden walk

A short walk of two kilometers immersed in the greenery and nature of the lake in southern Switzerland: this is the path that all tourists cannot miss while visiting the city of Lugano. The journey starts from the central landing stage of the Lugano lakefront, going up a boat heading towards Gandria or, on the contrary, starting from Lugano Castagnola in the direction of Gandria, walking along the path that runs along the Ceresio lake on some overhanging points. Afterwards, once you reach the Gandria town, you can take advantage of the convenient return by boat from Gandria to Lugano.

In any case you will enjoy the magnificent view of the lake and the surrounding mountains, with Gandria being reflected in the clear waters. At the town of San Domenico in Castagnola you will pass over a small arch that marks the beginning of the path and after a while you can take a detour that will take you inside the park of the olive trees, a place with a mild climate that allows the cultivation and care of olive tree, cypress and laurel also during winter season. The stairways will give you access to the terraces from which you will have an open view of the gulf and Mount San Salvatore.

The scenic beauty of the place is noteworthy, without forgetting that the whole park offers a wide variety of plant species, which is why the area is listed in the federal inventory of Swiss natural landscapes, sites and monuments. Before the village of Gandria you will find yourself on a rocky limestone path of the Jurassic, deposits dating back to the Quaternary age. The microclimate is generous and allows the growth of rare plant species, of which about 350 species have been recorded, and 54 belong to the list of threatened species. It is therefore necessary to respect this place, not only for the plant species present, but also because it is the site of rare animal species such as the Hipparchia fagi butterfly and the Phaneroptera falcata grasshopper.

In respect of nature we have come to understand and bear the presence of typical weeds that are not caused by neglect, but by prevention and care.
Gandria is an assemblage of typical small houses and from the stairways in the alleys you can admire tiny gardens and old walls embellished with frescoes. The olive tree was and is important for the area, and there is still a grindstone that was used to crush olives for oil extraction. A noble family crest testifies the presence of an ancient property cultivated with olive trees and lilies.

How to get there:
 For Lugano see the Lugano blog page. From Lugano to Gandria by boat from the Lugano central landing stage
 Car: avoid the car and leave it in central Lugano parkings
To be seen:
 Lunch in the typical Ticino restaurants
 Extend the visit by climbing on the Monte Brè mountain.

Passeggiata botanica nella natura

Una corta passeggiata di circa due chilometri immersi nel verde e nella natura lacustre del sud della Svizzera: questo è il percorso che tutti i turisti, durante la visita alla città di Lugano, non possono perdere. Il tragitto parte dall’imbarcadero centrale del lungolago di Lugano, salendo su un battello diretto verso Gandria o al contrario, partendo da Lugano Castagnola in direzione di Gandria camminando sul sentiero che costeggia, in certi punti a strapiombo, il lago Ceresio. In seguito, una volta raggiunto il paese, si può approfittare del comodo rientro in battello da Gandria a Lugano.


In ogni caso potrete godere della magnifica vista sul lago e sulle montagne circostanti, con Gandria che si specchia nelle acque limpide. Alla località di San Domenico a Castagnola passerete sopra un piccolo arco che segna l’inizio del sentiero e dopo poco potrete prendere una deviazione che vi porterà all’interno del Parco degli Ulivi, località dal clima mite che permette la coltivazione e la cura di ulivi, cipressi e alloro anche durante l’inverno. Le scalinate vi daranno accesso ai terrazzamenti da cui avrete vista aperta sul golfo e sul Monte San Salvatore.


La bellezza paesaggistica del luogo è notevole, senza dimenticare che il parco intero offre un’ampia varietà di specie vegetali, ragion per cui l’area è iscritta all’Inventario Federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali svizzeri. Prima del paese di Gandria vi troverete su un sentiero roccioso calcareo del giurassico, depositi risalenti all’età quaternaria.

Il microclima è generoso e permette la crescita di specie vegetali rare, di cui si è registrata la presenza di circa 350 specie, e 54 sono appartenenti alla lista di specie minacciate. E’ dunque necessario rispettare questo luogo, non solo per le specie vegetali presenti ma anche perché sede di specie animali rare come la farfalla Hipparchia fagi e la cavalletta Phaneroptera falcata.
Nel rispetto della natura si è arrivati a comprendere e sopportare la presenza di tipiche erbacce che non è causata da incuria, ma da prevenzione e cura.


Gandria è un insieme di case e casette tipiche e dalle scalinate sui vicoli potrete ammirare minuscoli giardini e vecchi muri abbelliti da affreschi. L’ulivo era ed è importante per la zona, ed è tuttora presente una mola di pietra che veniva usata per frantumare olive per l’estrazione dell’olio. Uno stemma di famiglia nobile testimonia la presenza di un’antica proprietà coltivata con ulivi e gigli.

Come arrivare:
 Per arrivare a Lugano: vedi blog dedicato. Da Lugano a Gandria via battello dal’imbarcadero centrale
 Auto: è consigliato lasciare l’auto in posteggi in città e raggiungere Gandria in battello.
Cosa fare:
 Pranzo nei ristoranti tipici ticinesi
 Allungare la visita salendo con la funicolare da Lugano – Cassarate (via Monte Brè) al Monte Brè

Archivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin