fbpx

Lucca

Lucca

Tuscany Middle Ages

Lucca is a lively Tuscan town, provincial capital with about 90’000 residents.

Encircled by defensive walls, Lucca has been defined as a fortress town against the Nordic invasion, and protection of the Roman Empire. The city walls are today intact and known as the best preserved in Europe, date back to 500 as per Ferrara, Bergamo and Grosseto, but are distinguished by bigger rocks lined up a perimeter of 4’200 Sq.m.

During the suffocating summer the heat dominates in the internal city, but over the bulwark a tepid and refreshing wind is blowing between the trees, joy of the evening’s promenades.

City of arts, the origin is discussed between the Ligurian and the Etruscan, but Lucca was roman since 180 b.C. thanks to merchants and weaving production, and remained a self-governing ground since 1799.

Today the principal resource is the food-and-wine tourism. On the hills wine industry comes alongside the olive trees, with a high quality production of olive oil and wine.

Inside the high walls, the historic centre is also well preserved and well-kept during the years. The old buildings as churches (about 100), piazze, towers and Renaissance houses, and the wonderful piazza dell’Anfiteatro built circular on the ruins of a roman amphitheatre by the architect Lorenzo Nottolini will enchant you.

Piazza Napoleone, also known as Piazza Grande, was created with the demolition of ancient buildings, and offer big spaces. Today is venue of The LuccaSummerFestival during July, with international guests.

How to get there:

  • Car: motorway A11 to Lucca west or east. The car must be parked outside the town’s walls as the traffic is only for residents.
  • Train: line Florence – Viareggio or Florence – Pisa

Medioevo toscano

Lucca è una vivacissima città toscana, capoluogo di provincia, con circa 90’000 abitanti.

Circondata da mura di fortificazione, venne definita città fortezza contro le invasioni da nord, a protezione dell’impero romano. Questa cinta arrivata a noi intatta è giudicata come una delle meglio conservate in Europa, e risale al cinquecento, come per Ferrara, Bergamo e Grosseto, ma si distingue in Lucca la presenza di massi enormi che descrivono il perimetro di 4’200 mq. Durante le calde estati l’afa regna nella città interna, ma sui bastioni soffia un tiepido venticello tra gli alberi, gioia di passeggiate serali.

Città d’arte le cui origini sono combattute tra i liguri e gli etruschi, Lucca fu romana sin dal 180 a.C., e deve la sua ricchezza a mercanti e tessitori, rimanendo autonoma ed indipendente sino al 1799.

Oggi il turismo eno-gastronomico è la principale risorsa. Sulle colline le case vinicole sono affiancate in campagna agli uliveti, dando produzione di olio e vino di alta qualità.

All’interno delle imponenti mura, anche il centro storico risulta ben conservato e curato nel tempo, ed offre punti di rilievo per la grande ricchezza di architetture, comprendenti chiese (se ne contano 100), piazze, torri e palazzi rinascimentali, che per la bellissima piazza dell’Anfiteatro circolare e costruita, appunto, sulle rovine di un anfiteatro romano dall’architetto Lorenzo Nottolini.

Piazza Napoleone, anche detta Piazza Grande, fu realizzata con la demolizione di antichi edifici, offrendo un grande spazio, oggi utilizzato per concerti estivi da LuccaSummerFestival, che si svolge con enorme successo nel mese di luglio con ospiti internazionali.

Come arrivare:

  • Auto: autostrada A11 – uscita Lucca est o ovest. Necessario parcheggiare l’auto al di fuori delle mura, poiché il traffico cittadino è riservato ai residenti.
  • Treno: linee Firenze – Viareggio o Firenze – Pisa.

Archivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *