fbpx

Fuerteventura

Fuerteventura

Fuerteventura

Fuerteventura Island lay in the Atlantic waters with her six sisters Canaries (Tenerife, Great Canary, Lanzarote, La Palma, Gomera and El Hierro) and is the drier and oldest as per geological creation.

Its half circle shape shows the volcanic eruption origin, confirmed by the arid ground and the big number of black sand beaches (about 25 kms.)

The wind is lord in this land and trade winds turn the place in a heaven’s destination, known for all water sports as sailing and yachting, surfers, scuba diver and deep-sea fishing.

Due to the closeness of the African coast the first colonizers came from the proximity, but were followed by the French conquerors in the year 1405, represented by Jean de Béthencourt.

The capital city of Fuerteventura is Puerto del Rosario, the main harbour connecting the other islands, mainly Las Palmas de Gran Canaria and Lanzarote.

The internal ground of the island is agricultural and produces exotic fruits and Aloe, original plant of Fuerteventura and sacred tree for the Guanci people. Aloe produces an energetic juice and a curative skin gel for beauty commerce.

 

How to get there:

  • Airport: at 5 km. south-east from Puerto del Rosario, IATA code: FUE from everywhere
  • Ferry; via Lanzarote, Great Canary or Tenerife.

 To be seen:

  • Piscinas naturales Aguas Verdes
  • Tour in jeep, quad or Dune Buggy
  • Beach and dunes of all the island
  • Aloe Vera Museum and Salt Museum Salinas Del Carmen, Antigua
  • Centro de Arte Canaria
  • The old city of Betancuria

Fuerteventura

Immersa nell’Atlantico con le sue sei sorelle Canarie (Tenerife, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, Gomera e El Hierro in rigoroso ordine decrescente per grandezza) Fuerteventura risulta essere la più arida e la più antica per formazione geologica.

La forma a semicerchio mette in rilievo la nascita ottenuta da eruzioni vulcaniche, confermata dal suo territorio arido e dal grande numero di spiagge dalla ghiaia nera per una lunghezza di 25 km.

Il vento qui è padrone e gli alisei fanno dell’isola una meta paradisiaca per l’offerta di sport acquatici di ogni tipo a velisti, surfisti, sub e pescatori d’altura.

La vicinanza alle coste africane fa ritenere che i primi colonizzatori provenirono da quei luoghi, poi seguiti dai conquistatori francesi nel 1405, rappresentati da Jean de Béthencourt.

La capitale è Puerto del Rosario, che è anche il porto principale usato per i collegamenti con le altre isole verso le vicine Las Palmas de Gran Canaria e Lanzarote.

Una grande parte del territorio interno è agricolo e presenta piantagioni di frutta esotica. Inoltre viene coltivata l’aloe vera, originaria dell’isola e considerata pianta sacra dagli indigeni Guanci. La pianta viene lavorata per ottenere un succo dalle qualità energetiche e gel curativo utilizzato per prodotti di bellezza.

Come arrivare:

  • Aeroporto: a 5 km. a sud-est da Puerto del Rosario, codice IATA : FUE da tutti gli aeroporti.
  • Traghetti via Lanzarote, Gran Canaria o Tenerife.

 Da vedere:

  • Piscinas naturales Aguas Verdes
  • Tour in jeep, quad o Dune Buggy
  • Dune e spiagge su tutte le coste dell’isola
  • Aloe Vera Museum e Salt Museum Salinas Del Carmen, Antigua
  • Centro de Arte Canaria
  • La città vecchia di Betancuria
Archivi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *